Un giorno i Filistei attaccarono gli Israeliti. L’esercito d’Israele fu messo in fuga dai Filistei e molti furono i morti sul monte Gelboe. 2I Filistei inseguirono Saul e i suoi figli e uccisero Giònata, Aminadàb e Malchisùa, figli di Saul. A questo punto la battaglia si concentrò contro Saul: alcuni tiratori d’arco riuscirono a sorprenderlo e Saul fu ferito gravemente. 4Allora disse al soldato che gli portava le armi: «Tira fuori la spada e uccidimi tu, prima che arrivino e godano della mia fine quei non circoncisi di Filistei». Ma il soldato aveva troppa paura e non eseguì l’ordine. Saul allora afferrò la spada e vi si buttò sopra. 5Il soldato, quando vide che Saul era morto, si gettò anche lui sulla spada e si uccise. 6Con la morte di Saul e dei suoi tre figli la sua dinastia regale era terminata.
7Quando gli Israeliti che abitavano nella valle seppero della fuga e della morte di Saul e dei suoi tre figli, abbandonarono i loro villaggi. Vennero i Filistei e si stabilirono al loro posto.
8Il giorno dopo la battaglia i Filistei andarono per spogliare i cadaveri e trovarono Saul e i suoi tre figli morti sul monte Gelboe. 9Spogliarono il cadavere di Saul delle armi e gli tagliarono la testa. Mandarono messaggeri in tutto il territorio dei Filistei, per annunziare la bella notizia nei loro santuari e a tutto il popolo. 10Depositarono le armi di Saul in uno dei loro santuari e inchiodarono il suo teschio nel tempio del dio Dagon. Gli abitanti di Iabes di Gàlaad vennero a sapere quel che i Filistei avevano fatto di Saul. 12Tutti i soldati di quella città andarono a prendere i cadaveri di Saul e dei suoi figli e li portarono a Iabes, seppellirono i resti sotto un grande albero, detto la quercia di Iabes, e, in segno di lutto, digiunarono per sette giorni.
Saul morì così perché non era rimasto fedele al Signore e non aveva osservato la sua parola; soprattutto egli aveva consultato quelli che evocano gli spiriti 14invece di interrogare il Signore. Il Signore lo fece morire e trasferì il regno a Davide, figlio di Iesse.